Colaianni Antonella
Antonella Colaianni nasce come flautista e appassionandosi ben presto all'Opera lirica intraprende lo studio del canto presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, dove si laurea col massimo dei voti e la lode, guidata al baritono Maurizio Picconi. Si e` poi perfezionata con il M° Sherman Lowe e ha seguito numerosi corsi di interpretazione, arte scenica e masterclasses con Mariella Devia, Renato Bruson, Louis Alva, Norma Fantini. Vincitrice del 64° Concorso Internazionale “A. Belli” di Spoleto ha debuttato come protagonista nella Carmen di G. Bizet e tenuto un recital presso il Padiglione Italiano in Cina dell’Expo Universale di Shanghai 2010. In Corea presso il “Seoul Art Center”, al fianco di Mariella Devia, ha interpretato Flora nella Traviata di G. Verdi, diretta dal M° Roberto Gianola e per la regia del M° Alberto Paloscia. Al Teatro Verdi di Trieste è stata Maddalena nel Rigoletto di G. Verdi, per la direzione del M° Corrado Rovaris, poi al Teatro Vittorio Emanuele di Messina come Frugola nel Tabarro di G. Puccini, diretta dal M° Vito Clemente, ruolo che ha interpretato anche al Teatro Petruzzelli di Bari, per la direzione del M° Alberto Veronesi. Nuovamente a Bari é stata Mercedes nella Carmen di G. Bizet, per la direzione del M° Lorin Maazel. Al Teatro dell’Opera Giocosa di Savona ha debuttato il ruolo di Isabella nell’Italiana in Algeri di G. Rossini, diretta dal M° Aldo Sisillo e per la regia di Francesco Esposito, ruolo che ha ripreso poco dopo riscuotendo grande successo di critica al Teatro Bellini di Catania diretta dal M° Giuseppe La Malfa e per la regia di Michele Mirabella. Interprete raffinata anche nel repertorio sacro, è ormai ospite fissa del Traetta Opera Festival di Bitonto (Bari) diretta dal M° Vito Clemente. In repertorio lo Stabat Mater di G.B. Pergolesi, il Requiem di W.A. Mozart, la Petite Messe Solennelle e lo Stabat Mater di G. Rossini. Lavori recenti: Zanetto di P. Mascagni al Teatro Politeama Greco di Lecce, nel ruolo del titolo, diretta dal M° Paolo Olmi; Suzuki nella Madama Butterfly di G. Puccini al Teatro Bellini di Catania, diretta dal M° Fabrizio Maria Carminati e per la regia di Roberto Lagana` Manoli; per il Teatro Comunale di Bologna ha portato in scena un dittico di Padre G. Martini (Il maestro di Musica e il Don Chisciotte) diretta dal Maestro Hirofumi Yoshida con la regia di Gabriele Marchesini. Questi intermezzi hanno riscosso grandi consensi del pubblico nella recente tournée in Giappone dello scorso ottobre. È stata Ernestina ne L'Occasione fa il Ladro di Rossini al Teatro Verdi di Trieste diretta dal Maestro Josè Miguèl Perèz-Sierra ed Orfeo Nell'Orfeo ed Euridice di Gluck al Politeama Greco di Lecce. Tra i recenti impegni una tournée in Giappone dove ha rivestito il ruolo di Suzuky nella Madama Butterfly allestita a Kyoto per il Kyoto Opera Festival, diretta dal Maestro Hirofumi Yoshida e al Teatro Dom Pedro in Macau (Cina) con due Intermezzi di G.B.Martini col Teatro Comunale di Bologna. Ha cantato nel ruolo dell'Alto nella Petite Messe Solennelle di Rossini eseguita al Politeama Greco di Lecce nell'ambito della 45a Stagione della Camerata musicale salentina. È stata nuovamente Suzuky in febbraio a Bologna nell'ultimo allestimento della M Butterfly del Teatro Comunale. Debutta al Teatro Bellini di Catania nel Turco in Italia di Rossini, a Seoul nel Trittico di Puccini e al Verdi di Trieste in Falstaff al Comunale di Bologna Mercedes nella Carmen. nel 2016 canta a Trieste Maddalena nel Rigoletto.

VIDEO - PENSA ALLA PATRIA ITALIANA IN ALGERI

In Primo Piano Artists