Marrucci Enrico
Nato a Wilmington (USA) da genitori italiani, ha vissuto sempre in Italia. Dopo la laurea in Ingegneria Chimica e il dottorato di ricerca ha iniziato lo studio del canto lirico a Napoli per poi proseguirlo sotto la guida di Renato Federighi a Roma. Infine si è perfezionato con Simon Baddi a Vienna. Nel 1995 ha interpretato il ruolo di Papageno in Die Zauberflöte al New Opera Festival di Roma, mentre nel 1996 ha vinto la 50a edizione del Concorso per Giovani Cantanti Lirici di Spoleto ed ha compiuto il proprio debutto operistico al Teatro Nuovo di Spoleto quale Ford in Falstaff. Nel dicembre dello stesso anno ha partecipato presso il Comunale di Firenze alla prima edizione di Perso Per Perso di Baggiani ed alla produzione de L’Inganno felice (Batone) sotto la guida di Enrique Mazzola. Nel 1997 ha vinto il Concorso Internazionale di Budapest per l’interpretazione di Falstaff ed ha poi interpretato il ruolo di Ford al Teatro Filarmonico di Verona, partecipando anche all'attività concertistica dell'Ente. In aprile ha cantato Malatesta in Don Pasquale al Teatro Vittorio Emanuele di Messina diretto da Carminati con la regia di Enzo Dara. Sempre nello stesso anno ha interpretato il ruolo di Valentin in Faust e Germont nella Traviata al Teatro Sperimentale di Spoleto. Sotto la direzione di Pidò ha cantato, per l'inaugurazione dell'Accademia Filarmonica Romana, nella prima esecuzione moderna della cantata Il Genio dell'armonia di Donizetti (in collaborazione col Teatro dell'Opera di Roma). Per il Festival RomaEuropa di Villa Medici ha eseguito la prima assoluta di Mefaustofele di Machuel e La Damnation de Faust (Mefistofele) di Berlioz. Al Teatro Giglio di Lucca è stato inoltre Rambaldo nella Rondine di Puccini (CD). Nel 1998 interpreta il ruolo di Marcello nella Bohème a fianco di Raina Kabaivanska, a cui fa seguito Malatesta in Don Pasquale al Teatro Regio di Torino e nuovamente Marcello nella Bohème nei teatri di Lucca, Pisa e Livorno. La stagione 1998/9 è quindi proseguita con Ford in Falstaff al Teatro Carlo Felice di Genova accanto a Ruggero Raimondi e diretto da Carella e con il nuovo allestimento di La prova di un'opera seria nel ruolo del Maestro Campanone al Teatro dell'Opera di Roma. Nella stagione 1999/2000 è stato Papageno in Die Zauberflöte nei teatri di Jesi, Livorno, Lucca, Pisa, Ravenna e Bastia in Corsica, Albert in Werther al Teatro Massimo di Palermo, Falke in Die Fledermaus al Teatro Verdi di Trieste. Ancora nel 2000 è John Plake nella produzione di Sly del Teatro Regio di Torino accanto a Josè Carreras, e debutta i ruoli dei Quattro Villani in Les Contes d’Hoffmann a Livorno, Lucca, Pisa, Ravenna, Ferrara e Modena (CD). Nel 2001 partecipa alla produzione di Andrea Chénier al Teatro Carlo Felice di Genova, ed è il Conte di Luna nel Trovatore al Festival di Vigoleno in una produzione della Fondazione Arturo Toscanini. E’ Silvio nei Pagliacci sempre al Teatro Regio di Torino, successivamente Dottor Malatesta in Don Pasquale al Donizetti Festival di Bergamo e Sir Riccardo nei Puritani a Trieste. Delle stagioni 2002/3 segnaliamo l’interpretazione del ruolo Silvio nei Pagliacci al Teatro Filarmonico di Verona con Alagna protagonista (prossimamente in DVD), nuovamente Don Pasquale al Teatro Calderon di Valladolid, Belcore nell’Elisir d’amore al Macerata Opera Festival (DVD), Sharpless in Madama Butterfly al Teatro delle Muse di Ancona con Daniela Dessì. Sempre nel 2003 ha partecipato alla produzione di Bohème a Torre del Lago come Schaunard, con la regia di Maurizio Scaparro e le scene di Folon. Nel 2004 è stato già Guglielmo in Così fan tutte a Montecarlo e ancora Ford nel Falstaff al Verdi di Trieste. Dopo aver ripreso lo Schaunard della produzione di Torre del Lago in una riproposta a Montecarlo, in estate per il San Carlo di Napoli ha cantato nella riapertura della stagione estiva

Playlist1 Track In Total

  • 1
    Enrico Marrucci – Il balen del suo sorriso (Il Trovatore)

    "Enrico Marrucci - Il balen del suo sorriso (Il Trovatore)".

In Primo Piano Artists